Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Next Gen nazionale tedesca, tra Havertz, Wirtz e Baku

Cresce in maniera decisa la Next Gen della nazionale tedesca che continua a sfornare elementi di grande profilo tecnico, pronti, prontissimi a dare il cambio ai campioni che necessitano di tirare il fiato e lasciare quindi campo alle nuove leve.

In particolare il calcio germanico sta mettendo in mostra tre giovanissimi che calamitano le attenzioni degli appassionati di calcio perchè a soli 23 anni hanno già mostrato un repertorio importante e carature tecniche decisamente rilevanti.

In pole position c'è indubbiamente Kai Lukas Havertz, centrocampista del Chelsea e della nazionale tedesca, che nel 2016 non a caso ha avuto l'onore di essere inserito nella lista del Guardian che ha elencato i 60 migliori classe 1999: se parliamo di scommesse sportive lui è una di quelle già vinte!

E infatti non ha tradito le attese, passando nel frattempo dal Bayer Leverkusen al Chelsea, dove ha vinto l'anno scorso la Champions League. E' un centrocampista, viene accostato a campioni celebrati come Ballack e Ozil, quest'ultimo è il suo vero e proprio idolo, ed ha il non banale vizietto del gol visto che tra Bayer Leverkusen e Chelsea ha gonfiato la rete avversarie in ben 47 circostanze su un totale di 167 gare; ottimo anche il bottino in Nazionale dove ha collezionato 25 presenze condite da ben 8 reti.

Ha una predilezione per il gioco d'attacco, nasce come centrocampista centrale ma si adatta alla grande anche come esterno destro di centrocampo o trequartista, grazie all'ottimo dribbling ed un'ottima tecnica individuale.

Ha già un grande record nonostante la giovane età: nella stagione 2018-2019 chiude con il bottino di 17 reti, risultando l'under 20 più prolifico nella storia della Bundesliga.

Non solo Kai Lukas Havertz, da citare assolutamente c'è anche Florian Wirtz, trequartista del Bayer Leverkusen. Addirittura, classe 2003, centrocampista centrale ma particolarmente offensivo, ama essere insomma il vertice alto della mediana, risultando particolarmente insidioso anche negli inserimenti.

Il 19enne, originario di Pulheim, vanta una grande visione di gioco ed è un preziosissimo uomo assist, ma ha anche un dribbling di assoluto valore tanto che le statistiche raccontano di una media del 70% in quanto a tentativi riusciti.

Due i record finora collezionati. In ordine cronologico: nel giugno del 2020 segna il suo primo gol in Bundesliga diventando a soli 17 anni il più giovane marcatore nella storia, nel settembre del 2021 è invece 'appena' il secondo calciatore a toccare quota 10 gol fatti come Under 19, eguagliando un certo Lukas Podolski...

I suoi numeri parlano così: in Bundesliga 60 presenze e 13 reti, in Nazionale 4 gettoni e ancora nessuna rete, ma arriveranno...

Chiudiamo questa mini carrellata di giovani elementi top tedeschi con Bote Nzuzi Baku, il più 'vecchio' del terzetto in esame essendo un classe 1998. Diventato maggiorenne ha cambiato ufficialmente il nome in Riedle, omaggiando Karl-Heinz Riedle, visto che il padre lo aveva così soprannominato.

Rispetto agli altri due predilige giocarsela sugli esterni, sfruttando molto velocità e rapidità, ma è la duttilità la sua grande forza, potendo occupare svariati ruoli, come il centrocampista centrale, ma anche l'esterno basso come il mediano.

Ha esordito con il Magonza nel finale della stagione 2017-18 e ora milita nel Wolfsburg. Nel complesso in Bundesliga conta 74 presenze nel corso delle quali ha segnato in 8 circostanze.

In Nazionale ha esordito nel novembre del 2020 ed ha finora messo insieme 4 presenze, togliendosi anche lo sfizio del primo gol, firmato in occasione della sfida contro il Liechtenstein.

Abbiamo parlato di giovani promesse, ma in realtà sono già delle grandi certezze.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 26/06/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,04244 secondi