Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

1a D - DI GIACINTO tocca la vetta dei 200 gol..

A cura di Luca Salini

Domenica sull’ostico campo di Villa Lempa Massimo Di Giacinto ha segnato la rete n. 200 della sua breve carriera (ha solo 29 anni e diversi campionati ancora avanti a sé).

Massimo ha iniziato a giocare nella scuola calcio di Roseto per trasferirsi intorno ai 12/13 anni nel settore giovanile del Giulianova Calcio che allora militava in serie C, facendo parte della primavera per esordire in prima squadra a 17 anni. A 18 ha firmato il primo contratto da professionista con l’Ascoli calcio ma un brutto infortunio lo ha costretto a ricominciare daccapo dopo oltre un anno andando in Promozione con il Cologna Spiaggia, poi in Eccellenza con Alba Adriatica ed Acqua e Sapone, di nuovo in Promozione a Cologna, Notaresco, Hatria. Ha anche giocato in serie D con la SP Villafranca in Spagna e in Prima Categoria con Borgo Santa Maria, Casoli, Giulianova, Hatria ed infine Calcio Atri nella stagione attuale.

Massimo, innanzitutto complimenti per il traguardo straordinario. Con il Calcio Atri stai disputando un grande campionato. Sei vice capocannoniere del campionato con 14 reti (il capocannoniere ne ha siglate 15).

Sono molto contento del contributo che sto dando alla squadra e di essere in lotta per il titolo di capocannoniere con giocatori molto forti, ma non mi piace essere secondo…

Domenica sul campo dell’Atletico Lempa hai segnato la rete n. 200. Hai solo 29 anni. Dove vuoi arrivare?

Un traguardo bellissimo arrivato in una partita di fondamentale importanza dove la vittoria era l’unico risultato possibile. Nella vita bisogna porsi sempre nuovi obiettivi e mi piacerebbe tagliare altri traguardi importanti.

Le sensazioni per aver raggiunto un traguardo così prestigioso?

Una sensazione indescrivibile perché per un attaccante segnare è la cosa più importante ed io vivo costantemente per il gol da quando sono piccolo. Festeggiarlo con questo gruppo è la cosa più bella che poteva succedere.

Ti senti di ringraziare qualcuno o qualcuna che ti ha sostenuto in questi anni?

La prima persona che mi viene in mente è la mia ragazza che è anche la mia prima tifosa, mi segue anche in trasferta al freddo e al gelo, poi tutti i miei compagni di squadra e soprattutto mio papà che purtroppo da qualche anno non c’è più ma mi è sempre stato vicino e mi ha trasmesso questa passione. Senza di lui non avrei potuto raggiungere questo traguardo

Ti ho visto giocare più volte e sei un attaccante prolifico ma anche dotato tecnicamente. A quale grande attaccante del passato o attuale ti ispiri?

Ti ringrazio per i complimenti, il mio idolo è Del Piero ma un attaccante che mi è sempre piaciuto è Luca Toni.

Il gol più bello e il più importante.

Il più importante è quello segnato in Spagna dopo la scomparsa di mio padre, è stata un’emozione indescrivibile, quello più bello che mi viene in mente forse è un gol segnato in rovesciata con il Giulianova.

Dopo un periodo di appannamento il Calcio Atri con la vittoria di domenica ha ripreso a correre. Obiettivo playoff?

Assolutamente sì, giochiamo ogni domenica per vincere e dobbiamo fare il possibile per arrivare tra le prime cinque in classifica.

Come ti trovi a giocare nel Calcio Atri?

Mi trovo molto bene, è un gruppo fantastico fatto di ottimi giocatori e giovani di ottima prospettiva. La cosa bella è che siamo uniti sia dentro che fuori dal campo e questo alla lunga paga.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 09/03/2023
Tempo esecuzione pagina: 0,03988 secondi