Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Alla scoperta della VIRTUS SCERNE C5 femminile

A cura di Luca Salini

La   Virtus   Scerne   milita   nel   campionato   di   serie   C   di   calcio   a   5   femminile   e   da   qualche   anno

rappresenta  una realtà consolidata  e esemplare  nel panorama  sportivo del  nostro territorio  e non solo.

Abbiamo intervistato il Direttore Sportivo del sodalizio gialloblu, Francesco Cascini.

Direttore, un primo commento sull'inizio campionato della Virtus Scerne. E' soddisfatto osi aspettava qualcosa

in più?

Data  la nascita  recente  della  squadra femminile  di  calcio  a 5, rispetto  al  precedente  campionato questo inizio di

stagione è da considerarsi positivo. Ci si aspetta sempre qualcosa di più che verrà sicuramente in futuro visto il notevole

lavoro che sviluppiamo intorno a questa disciplina.

Nell'ultimo turno di campionato siete reduci dalla netta sconfitta casalinga contro il Montorio 88...

La   sconfitta   contro   il   Montorio   88   mette   in   evidenza   che   nel   girone   competono   squadre   più blasonate di

vecchia militanza dove giocano atlete che hanno partecipato in categorie superiori.

Quali sono gli obiettivi della vostra società per la stagione in corso?

Oltre   al   miglioramento   sotto   l'aspetto   tecnico,   l'interesse   è   anche   quello   di   far   divertire   e socializzare le

ragazze in maniera sana e decorosa.

Il calcio femminile si diffonde sempre di più ma non riesce a sfondare in modo definitivo. Cosa manca al calcio

femminile per il salto di qualità, per raggiungere l’ultimo step?

Come   evidenziato   nella   domanda,   il   movimento   calcio   femminile   si   sta   sviluppando   in maniera esponenziale.

Per arrivare al top però a mio avviso c'è bisogno di tempo, mentalità e strutture.

Lei crede nelle potenzialità del calcio A5 in generale fino al punto da arrivare al livello di interesse del calcio

tradizionale?

Forse non arriveremo mai al livello di interesse del calcio tradizionale, ma possiamo ridurre il gap continuando a

promuovere questa bellissima disciplina. Evidenzio che tutti i migliori giocatori al mondo (brasiliani, argentini, spagnoli e

portoghesi) provengono dalle scuole del calcio a 5.

Ci descrive la squadra femminile da lei allestita? Le caratteristiche delle ragazze? Quante volte a settimana vi

allenate, come vi organizzate per le trasferte?

La squadra attuale è un mix di giovanissime (14-15 anni) su cui noi puntiamo molto e ragazze più grandi.   Riguardo   alle 

loro   caratteristiche,   il   mister   Francesco   Grilli,   giovanissimo   anche   lui   con esperienze nel calcio a 5 serie B,

valuta il ruolo tenendo conto delle loro potenzialità. L'allenamento viene   effettuato   due   volte   la   settimana,   per   le 

  trasferte   abbiamo   a   disposizione   tre   pulmini   di proprietà con a seguito sempre cinque dirigenti.

A suo giudizio qual è la squadra favorita per la vittoria del campionato di serie C girone unico Abruzzo?

Secondo   il   mio   punto   di   vista   le   squadre   favorite   per   la   vittoria   finale   sono   tre:   nell'ordine   il

Colonnella, Centro Storico Montesilvano e la Fenice Avezzano, che a mio avviso sono delle vere e proprie corazzate.

Ultima   domanda.   Come   riuscite   a   portare   avanti   la   società   in   questo   momento   difficile,

soprattutto a livello economico?

Come tutte le società abbiamo delle sponsorizzazioni e ci muniamo anche di diversi dirigenti che per passione del calcio a 5

danno il loro contributo.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 01/11/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,03558 secondi