Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

1a CAT. - La CASTRUM punta sempre più in alto

A cura di Luca Salini

Vito Partipilo, poliedrico Presidente della Castrum Silvi, preferisce volare basso e, così, nasconde le ambizioni della squadra, che si trova in seconda posizione nel girone D del campionato di prima categoria. Ad ogni modo i ragazzi di Mister Beni hanno iniziato ottimamente il campionato e siamo sicuri che ne saranno protagonisti assoluti fino all’ultima giornata.

Presidente Partipilo, la rete di Esposito nei minuti di recupero vi lancia al secondo posto in classifica. E’ stata dura sconfiggere l’Atletico Giulianova…

E’ stata una partita in cui se non metti la palla dentro alle numerose occasioni avute, finisci anche per perderla o non vincerla. Un minuto prima lo stesso Esposito aveva preso un clamoroso palo dopo una bellissima azione corale, cosi' come degna di nota è la splendida giocata di Sorgentone ancora prima, ma allo stesso modo l’Atletico aveva sciupato un clamoroso contropiede.

La sua squadra quest’anno è molto più matura e consapevole della sua forza. Condivide?

La nostra squadra ha più mezzi e giocatori a disposizione, sia in corso che a partita iniziata: è questa la nostra forza. Ci sono giocatori che in silenzio e con abnegazione alla causa lavorano intensamente e la domenica finiscono per non essere schierati. Al momento non abbiamo ancora il migliore Esposito a causa degli strascichi di un infortunio dello scorso anno. Se penso che in circa quaranta minuti giocati in totale ha messo a segno tre reti decisive, poi abbiamo altri giocatori non al meglio. La maturità penso sia di tutti, dalla società alla tifoseria, sempre colorata e rumorosa in casa e sempre presente in trasferta.

Il mercato estivo è stato condotto con criterio e intelligenza e avete inserito perdine importanti in uno scacchiere già competitivo.

Sono stati messi a disposizione del Mister due giocatori per ruolo, con le medesime possibilità di scendere in campo, anche nel ruolo del portiere. Questo ha elevato sicuramente il livello e l’intensità degli allenamenti settimanali in cui nessuno ha il posto assicurato.

E’ innegabile che la Castrum sia tra le squadre più accreditate per i primi posti. Il vostro obiettivo reale qual è?

Il nostro obiettivo è soffrire il meno possibile a livello di classifica rispetto allo scorso anno, poi il campionato è difficile, livellato verso l’alto, in cui anche le squadre neo promosse venderanno cara la pelle e sono attrezzate per giocarsela con chiunque.

Si preannuncia un coinvolgente derby al vertice tra il Silvi e la Castrum…

Si preannuncia una giornata di sport per Silvi, un appuntamento storico bello e coinvolgente per tutti.

 A suo giudizio quali sono le squadre favorite per la promozione e i playoff?

 A mio giudizio ci sarà la conferma del Castagneto sulla falsariga dello scorso campionato se non addirittura meglio, poi vedo tra le favorite il Torricella, il Varano, il Calcio Atri e naturalmente il Silvi, non in ordine di priorità ma tutti allo stesso livello.

In molti si chiedono per quale motivo la Castrum giochi le partite in casa all’antistadio e non al campo principale. Vuole chiarire i termini della vicenda?

Abbiamo da sempre giocato all’antistadio sin dalla nostra nascita, esclusa la parentesi dell’anno e mezzo in cui si stava realizzando il sintetico. Poi ci giocano tutte le categorie del nostro settore giovanile e scuola calcio e ci piace dare continuità e coerenza all’intero movimento, composto da circa 400 tesserati compresi tra i 5 e 60 anni; ricordo con l’occasione che abbiamo anche una squadra over che gioca il campionato di serie A amatoriale. Inoltre giochiamo all’antistadio perchè abbiamo dato la precedenza al rispetto e alla tutela del manto erboso e alla maggiore categoria di appartenenza; nella riunione di inizio anno abbiamo rispettato la volontà del Silvi di giocare le partite al campo principale pur essendo nella stessa categoria e girone, nell’ottica di preservare il terreno naturale visto che vi si allena il Pescara. Siamo fiduciosi che a breve si possa realizzare la tanto auspicata tribuna al campo sintetico lato mare, dopo che F.S. ha bocciato la proposta di installare la stessa lato ferrovia. L’impegno dell’amministrazione Comunale e del Pescara Calcio è stato preso e so che stanno lavorando alacremente a celermente per poterlo mettere in pratica.

Presidente, lei ha creato un settore giovanile di altissimo livello. Ce ne vuole parlare?

Da soli non si realizza nulla, abbiamo creato assieme al responsabile, al vice Presidente Giampietro e al responsabile tecnico Cichella, ai mister che nel tempo si sono susseguiti e ai collaboratori una florida realtà di scuola calcio e settore giovanile, con i numeri che ho mensionato sopra, ai quali aggiungo gli oltre cento collaboratori diretti e indiretti che quotidianamente lavorano in primis per la tutela dei ragazzi e per garantire loro un ambiente sano e dai valori umani prima che sportivi. Tutti i nostri collaboratori sono certificati dal settore giovanile e scolastico, abbiamo un delegato alla tutela dei minori, una segreteria aperta tutti i giorni, uno psicologo dello sport che è a disposizione dei mister, dei genitori per la gestione delle problematiche e anche di noi dirigenti. La federazione dovrebbe presto riconoscerci il livello tre di club giovanile, su una scala di quattro che attualmente hanno solo società professionistiche. Siamo con continuità una delle 16 realtà Elitè della Regione Abruzzo e tra le 5 della Provincia di Teramo. Siamo iscritti a tutti i campionati e categorie Provinciali e Regionali, in alcune categorie anche con due squadre, oltre ad essere Academy Pescara calcio che ci permette un continuo e costante monitoraggio e collaborazione in campo e fuori per i mister e i ragazzi, Con orgoglio posso dire che ad oggi due nostri ex ragazzi sono stabilmente in campo nell’under 15 Nazionale della Pescara Calcio, con ottimi risultati personali e di squadra.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 18/10/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,04031 secondi