Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

MUSCARA': Pronto ad allenare di nuovo la prima squadra

A cura di Luca Salini

Gianluca Muscarà è un allenatore giovane che vanta già un curriculum di tutto rispetto: ricordiamo le esperienze in promozione a Tossicia dove ottenne 41 punti, l’ultimo punteggio più alto della società, a Piano della Lenta dove nel 2017-2018 subentra alla quattordicesima giornata (prime 7 partite 6 vittorie) e ottiene una salvezza con assoluta tranquillità, nel 2018-2019 raggiunge 70 punti (massimo punteggio per la società) e nel  2019-2020 nella parte finale inanella una serie positiva di 7 partite prima della chiusura per il Covid. Abbiamo sentito il Mister Muscarà che ci ha rilasciato una esauriente intervista.

Mister Muscarà, lei vanta un curriculum di tutto rispetto. Ora si occupa di settore giovanile negli allievi nazionali del Teramo. E’ pronto anche per tornare ad allenare tra i grandi?

Da due anni faccio parte degli allievi nazionali a Teramo come collaboratore. In attesa che la situazione del Teramo diventi più chiara, sono pronto a valutare l’opportunità di allenare una prima squadra. Ho ottenuto risultati importanti nel corso degli anni e ho sempre lasciato un bel ricordo nelle squadre in cui ho svolto l’incarico di Mister.

Ci descrive la sua situazione attuale?

Come dicevo sopra, ho fatto due anni come collaboratore negli allievi nazionali del Teramo. Ma non disdegnerei di valutare altre opportunità in quanto conosciamo tutti la situazione incerta del Teramo Calcio. 

Quali sono le caratteristiche e le qualità che deve avere una società per convincere Mister Muscarà?

Con una prima squadra ho vissuto tutte le situazioni, ho disputato un campionato per salvarsi in Promozione a Tossicia, ma abbiamo raggiunto la salvezza con 41 punti ma anche campionati di vertice a Piano della Lenta dove nel 2018/2019 facemmo 70 punti. Ho allenato anche in Eccellenza come secondo a Pineto e Montorio, sempre subentrando. Sicuramente quello che cerco è una società che abbia dirigenti mossi da passione, proprio come me, che mi permetta di lavorare senza problemi extra campo.

Mister, il successo sportivo a cui si sente maggiormente legato?

Sicuramente l’anno dei 70 punti a Piano della Lenta è stato un anno bello, entusiasmante, appassionante, quando giochi per il vertice tutto sembra più facile, ma salvarsi a Tossicia con tantissimi problemi, senza ricorrere ai playout, forse è stato (al mio primo anno da Mister) il mio più grande risultato. Però porto con me bei ricordi di ogni campionato vissuto.

Quali sono le differenze tra il calcio giovanile e il calcio dei grandi?

Con i ragazzi ovviamente il risultato passa in secondo piano rispetto alla crescita del ragazzo, in prima squadra si ha poca pazienza, ma alla fine ci tengono tutti a vincere a prescindere dal campionato che si disputa.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 19/07/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,03442 secondi