Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Francesca BELUSSI: il bello di condurre una trasmissione di sport...

A cura di Luca Salini

Attrice, presentatrice, modella, cantante, giornalista, conduttrice di tante trasmissioni televisive… A chi segue il celeberrimo canale Sportitalia di sicuro non sarà sfuggito il brillante e divertente programma “Così per sport”, condotto proprio da Francesca Belussi, volto noto e rassicurante della televisione italiana. Con la sua proverbiale disponibilità e cortesia, Francesca ci ha rilasciato una lunga intervista, per nulla banale e scontata, in cui emergono tutte le sue straordinarie qualità professionali e personali.

Francesca Belussi, iniziamo subito con il programma “Così per sport” che conduce in prima serata su Sportitalia. Ce lo descrive?

È un quiz sul mondo dello sport, i telespettatori da casa possono partecipare inviando la risposta al nostro numero whatsapp e il primo che risponde correttamente riceverà a casa un gadget di SPORTITALIA. Stanno partecipando un sacco di persone! In studio ci sono sempre tre concorrenti: Josè Altafini, oltre che molto preparato è anche brillantissimo, Adam Grapes, che dà pronostici e ci dà lezioni di inglese, e il terzo concorrente cambia sempre. La dinamica fa ridere in quanto tra loro spesso si copiano e sono molto indisciplinati, si divertono! E poi abbiamo anche un angolo delle news con Giada Giacalone.

Ci parla dei suoi compagni di viaggio Josè Altafini e Adam Grapes…

Sono stupendi! Simpatici, professionali, sempre di buon umore (a parte quando perde il Milan o il Southampton). Adam recentemente è andato in Inghilterra e ha portato a tutti noi una maglia del Southampton con i nostri nomi mentre Josè canta sempre e fa mille battute. Non potevo desiderare dei compagni di viaggio migliori.

Josè Altafini è stato un grande calciatore. Una vera e propria icona. Cosa pensa di Altafini?

È incredibile, dopo tutto quello che ha ottenuto nella vita è rimasto una persona molto umile e piena di passioni, è divertente, colto, professionale…

Lei è una grande appassionata ed esperta di calcio. A suo giudizio chi vincerà lo scudetto?

Lo scudetto quest’anno lo vedo a Milano.

La sua favorita per la vittoria della Champions League?

È tosta, sono troppe le candidate di livello che si giocano il titolo.

A suo giudizio qual è la squadra rivelazione del campionato italiano? E la delusione?

La delusione a mio avviso è l’Atalanta, mi aspettavo di più. I tifosi non capiscono cosa stia accadendo alla squadra, in questa stagione c’è stata un’implosione inaspettata. La rivelazione forse è il Milan, a inizio anno nessuno credeva che il Milan si sarebbe trovato in piena lotta scudetto e invece a poche giornate dalla fine la situazione è proprio questa.

Si parla tanto di calcio italiano indietro rispetto a quello inglese e spagnolo. Secondo lei dove risiedono i motivi della crisi del nostro calcio?

Non è solo la crisi del calcio, è la crisi italiana, si crede poco nei giovani, si lascia loro poco spazio, entrano nel mondo che conta troppo tardi rispetto al resto del mondo.

Lei è mamma di un bimbo di tre anni. Come riesce a conciliare gli impegni lavorativi con la famiglia?

Con fatica e con un meraviglioso marito al mio fianco.

Cosa pensa Francesca Belussi del calcio dilettantistico, da molti considerato impropriamente e ingiustamente il calcio minore?

Credo che sia considerato “minore” solo per la mole di pubblico inferiore che traina. Anche perché obiettivamente la nostra serie A non ci fa assistere al calcio spettacolo della Premier League.

Sappiamo che lei apprezza molto il mare abruzzese e gli arrosticini…

Moltissimo! Infatti sarò in Abruzzo a luglio, cerco di vedere almeno una volta l’anno amici che vivono lì, anche se purtroppo in questi ultimi due anni è successo di tutto e le nostre gite abruzzesi hanno avuto una inattesa pausa.

Quali sono i suoi progetti per il futuro?

Non li faccio più perché poi succede tutt’altro, o meglio li faccio ma poi so che succede quel che succede e la maggior parte delle volte quel che accade è più bello del progetto originario…

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 20/04/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,03761 secondi