Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

VALLE DEL FINO - Mister DE VICO: "Puntiamo ai play off"

A cura di Luca Salini

Nel calcio, come nella vita, si verificano cadute rovinose da cui è difficile rialzarsi. Dopo la roboante sconfitta con la Lettese, la Valle Del Fino ha imboccato la strada giusta e con determinazione e convinzione ha inanellato una serie importante di risultati positivi, coincisa con tredici punti in cinque partite. Abbiamo incontrato il Mister della Valle Del Fino Marco De Vico, storico protagonista del calcio dilettantistico locale.

Mister De Vico, dopo un avvio molto difficile la Valle Del Fino si è risollevata in classifica. Come spiega i risultati deludenti della prima parte del campionato?

Credo che ripartire dopo quasi due anni di inattività sia stato molto complicato. In una zona fortemente colpita dalla pandemia come la nostra, non è stato facile tornare alla quotidianità.  Ma siamo ripartiti con grande entusiasmo. Purtroppo abbiamo avuto il gruppo al completo solo alla fine di settembre e questo ha influito sulla condizione atletica della prima parte di campionato, dove abbiamo fatto fatica.

Quattro vittorie e un pareggio nelle ultime cinque giornate. Cosa è scattato dopo la sconfitta netta contro la Lettese?

Io ero fortemente convinto della forza e delle qualità della mia squadra, anche all’inizio. Abbiamo avuto partite sfortunate ma sapevo che prima o poi saremmo venuti fuori. La sconfitta bruciante con la Lettese ci ha portato sul fondo e ha determinato un confronto interno, che ha fatto scattare qualcosa nella testa di tutto il gruppo. Da lì in poi le cose sono migliorate e i risultati lo hanno dimostrato.

Nell’ultima del girone d’andata la sua squadra ha pareggiato per 1 a 1 il derby contro il Castilenti. Risultato giusto oppure ha qualche rimpianto?

Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile, penso che il risultato finale sia giusto per quello che si è visto in campo. Nel primo tempo abbiamo fatto qualcosa in più noi, loro hanno avuto il merito di crederci fino alla fine.

Che impressione le ha fatto il Castilenti?

Conosco bene la storia calcistica del Castilenti, non è mai facile giocare il derby contro di loro. Hanno diversi giovani interessanti e un giusto mix con altri giocatori esperti, oltre che una guida tecnica di tutto rispetto con un Mister che ha già vinto un campionato con loro un paio di anni fa.

Mister si aspetta qualcosa dal mercato invernale per puntellare la rosa oppure ritiene che la squadra non abbia bisogno di ritocchi?

Abbiamo una rosa di ventinove giocatori, grazie anche al supporto di alcuni ragazzi dalla categoria juniores, in cui ci sono molti giovani di prospettiva, e sono assolutamente soddisfatto del gruppo che ho a disposizione. Ma la società è sempre attenta qualora dovesse presentarsi l’occasione giusta per rinforzare ulteriormente un gruppo già ottimo.   

Ora siete a soli tre punti dai play off. Quali sono le sue aspettative per il girone di ritorno?

Abbiamo una lunga pausa e la sfrutteremo per prepararci al meglio e ricominciare con l’atteggiamento che ci ha portato agli ottimi risultati dell’ultima parte del girone di andata.

Mister, a suo giudizio quali sono le squadre favorite per la promozione e per i playoff?

Direi che per la promozione diretta il Villanova è la favorita, ha staccato tutte le altre ed è stata la più continua. Ma Cepagatti e Cellino possono giocarsela fino alla fine. Mentre per i playoff credo che ci sarà bagarre fino alla fine, con Lettese, Bisenti, San Valentino, Picciano raccolti in pochi punti… ovviamente anche noi vogliamo assolutamente rientrare in corsa.

E quale squadra finora affrontata l’ha sorpresa in positivo? Quale squadra invece l’ha delusa maggiormente?

Il Cepagatti è una delle squadre che mi ha impressionato perché abbina qualità tecnica e grande corsa, e non si può non citare il Bisenti, che in undici partite ha perso una sola volta e forse non tutti si aspettavano di trovarla dov’è. Mentre obbiettivamente non posso dire se ci sia una squadra che mi ha deluso tra quelle incontrate.

Lei ha giocato per tanti anni. Ora è allenatore-giocatore della Valle Del Fino. E’ più bello allenare o giocare?

Sono due cose molto diverse ma entrambe le esperienze sono belle e appaganti.

Un commento generale sulla prima parte del campionato? Come giudica la ripartenza dopo un anno e mezzo di stop?

La prima parte del campionato è stata piuttosto complicata, anche per i motivi che ho già spiegato legati all’incertezza sullo svolgimento delle attività. Ma dopo un iniziale periodo di adattamento, le cose finora stanno andando nel verso giusto. Come ho detto, non è stato facile ripartire dopo quasi due anni di stop. Ma abbiamo messo tutto il nostro entusiasmo in questa nuova stagione e con l’aiuto di tutto il gruppo societario stiamo andando nella giusta direzione.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 14/12/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,08141 secondi