Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

1a CAT - L'INSULA FALCHI non è più una sorpresa

A cura di Luca Salini

Gabriele D’Archivio è un giovane allenatore preparato e nello stesso tempo un ottimo comunicatore. Preferisce, giustamente, volare basso ed evitare proclami, ma è innegabile che la sua squadra, l’Insula Falchi, stia disputando un ottimo campionato di prima categoria.

Mister, state disputando un ottimo campionato. 13 punti in 6 partite, secondo posto in classifica con una gara in meno rispetto alle prime due. Dove volete arrivare?

Non guardiamo la classifica, cerchiamo di goderci il momento e l’ottimo inizio di campionato. L’obiettivo è quello di raggiungere il prima possibile la salvezza, poi a fine anno tireremo le somme.

Da questa stagione vi allenate nel nuovo campo sintetico. Vi siete adattati bene o ci sono stati problemi?

Forse abbiamo avuto qualche problemino fisico di troppo. Ad ogni modo non credo che sia dipeso dal campo sintetico, ma molto probabilmente la causa degli infortuni va individuata nel lungo periodo di stop forzato.

La sua è una squadra giovane ma molto competitiva. Il mercato estivo sta dando i suoi risultati positivi?

Ho voluto fortemente ricreare un gruppo locale, con gente del posto, per porre delle basi su cui lavorare negli anni successivi.

Avete subito pochissimi gol. Qual è il segreto dell’ottimo rendimento della sua squadra?

Per fare un buon campionato bisogna partire sempre dalla difesa, abbiamo degli ottimi elementi nel reparto difensivo e questo sta portando alcuni risultati importanti. Grandi segreti non ce ne sono, se non quello di rimanere aggrappati a tutte le gare rimanendo vivi fino all’ultimo secondo.

Alla terza giornata avete sconfitto fuori casa il Favale, attuale capolista. Una vittoria da incorniciare…

Una vittoria da incorniciare perché arrivata fuori casa contro un’ottima squadra. Me la tengo stretta in quanto, anche se ottenuta con un pizzico di fortuna, saranno poche le squadre a strappare dei punti in casa loro.

Mister, a suo giudizio quali sono le squadre favorite per la promozione e per i playoff?

Le favorite sono a mio avviso Favale, Real C. Guardia Vomano e Torricella, ma non mi limiterei solo a citare queste in quanto anche Varano, Calcio Atri e Castagneto daranno filo da torcere a tutte fino alla fine.

Domenica scorsa avete riposato. Un commento generale sulla prime giornate del campionato?

E’ un campionato bello, importante, soprattutto difficile. Nello stesso tempo si tratta di un campionato strano e diverso dai precedenti in quanto veniamo da un anno e mezzo di stop. A lungo andare la spunterà chi avrà la rosa più profonda e chi subirà meno infortuni.

Secondo lei c’è una squadra che ha deluso le aspettative? E il giocatore che l’ha sorpresa maggiormente?

E’ presto per fare bilanci. Non credo ci siano squadre al di sotto delle aspettative. Valutando le squadre incontrare fin ora, Fini sta dimostrando di essere di un’altra categoria, anche il Real C. Guardia Vomano ha elementi altrettanto importanti.

Lei è un giovane allenatore. Quale sistema di gioco e quale modulo predilige?

Ho ancora poca esperienza per parlare di modulo o sistema di gioco preferito. Soprattutto in queste categorie bisogna saper gestire le risorse umane a disposizione. Poi, difesa a 3 o a 4, poco cambia. Conta l’idea di gioco e il messaggio che vuoi far passare. Per ottenere risultati positivi c’è bisogno di spirito di abnegazione e di tanta disponibilità da parte dei giocatori.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 08/11/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,07423 secondi