Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

3a CAT. - Scopriamo l'HADRANUS del Presidente PLEVANI

A cura di Luca Salini

Dallo scorso anno il calcio atriano presenta una nuova protagonista nel campionato di terza categoria. Parliamo dell’Hadranus Calcio, guidata da un Presidente giovane e motivato, Giovanni Plevani, che ha illustrato nella presente intervista gli obiettivi e le legittime ambizioni della squadra.

Presidente, il 26 settembre inizierà il campionato di terza categoria. In attesa del calendario, siete stati inseriti nel girone a 17 squadre. Un primo giudizio sul livello delle squadre presenti?

Domenica prossima finalmente inizierà il campionato e potremo giocare la nostra prima partita ufficiale. Sarà un campionato molto duro, come si è abituati nel girone teramano, con tante squadre ambiziose ed organizzate.

Avete creato un gruppo di ragazzi unito e compatto con i ragazzi che spesso si ritrovano la sera per stare insieme anche con la società.

Il nostro obiettivo è consentire ai ragazzi di Atri e dei comuni limitrofi di giocare e divertirsi. Crediamo che per raggiungere gli obiettivi sia fondamentale creare un gruppo di persone unite e come società cerchiamo, ogni qualvolta sia possibile, di organizzare iniziative che favoriscano l'unione e l'amicizia tra tutti noi.

Ripartite nel segno della continuità con la conferma di Mister Loris Centorame.

Mister Centorame è al centro del nostro progetto, un giovane allenatore che ha già fatto esperienze importanti e che ha voglia di emergere come tutta la squadra. Ovviamente la conferma era scontata perché nulla è cambiato nei nostri programmi rispetto all'anno scorso.

Ci illustra le operazioni di mercato in entrata e in uscita che avete portato a termine?

Abbiamo perso due giocatori importanti come Gabriele Forcella che ha lasciato il calcio giocato e Sorricchio approdato al Castilenti. Abbiamo però fatto un ottimo mercato con gli ingressi di giocatori forti ed esperti come Di Mauro, Cocco, Di Simone, Amelii e Castagna, oltre a tanti giovani di prospettiva.

Il girone unico di Terza categoria Teramo è molto competitivo. Quali sono le squadre più attrezzate a suo giudizio?

Il girone teramano è tradizionalmente molto difficile e competitivo. Ci sono tante squadre attrezzate e dal passato glorioso in campionati superiori che vogliono ritornare in alto e questo rende il campionato sicuramente più avvincente e stimolante.

E quali sono i vostri obiettivi? Puntate alla promozione?

 È il nostro primo anno, vogliamo fare esperienza e soprattutto fare bella figura cercando di stare nella parte alta della classifica, ma solo il campo ci dirà se effettivamente siamo pronti a fare un campionato ambizioso.

Quale rapporto avete con le altre società calcistiche atriane?

Abbiamo rapporti molto buoni di collaborazione con tutte le realtà sportive atriane, soprattutto con quelle calcistiche. In particolare stiamo cercando di realizzare un progetto che preveda di impiegare i calciatori in esubero e giovani delle altre squadre atriane. Soprattutto l'Hatria Calcio ha dimostrato di sposare già da quest'anno questo progetto ma il ringraziamento va anche al Calcio Atri che ci ha trasferito in prestito il giovane Mattucci, un giocatore che crediamo possa fare molto bene.

Lei è presidente di una società nuova e giovane. Avete risentito delle difficoltà economiche legate alla pandemia?

Ovviamente la pandemia ha creato molti problemi anche alle associazioni sportive come la nostra, che sta incontrando difficoltà nel reperire sponsorizzazioni fondamentali per realizzare il progetto. Grazie al grande impegno dei dirigenti stiamo cercando però in tutti i modi di far crescere questa bella realtà.

Lo scorso anno praticamente non avete mai giocato. Con quali sensazioni si appresta ad iniziare il primo campionato come Presidente?

Domenica si concretizzerà il sogno mio e di tutti i dirigenti di vedere la nostra squadra giocare. Aspettiamo questo momento da un anno e sarà una grande emozione per tutti noi...Forza Hadranus Calcio.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 21/09/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,06425 secondi