Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Di BATTISTA: "Sospensione giusta in attesa di tempi migliori"

A cura di Luca Salini

Nelle scorse stagioni in questi giorni il calciomercato invernale entrava nella fase calda e le società erano alle prese con il primo bilancio, pronte ad intervenire in caso di risultati negativi o al di sotto delle aspettative. Oggi il calcio dilettantistico è fermo e non potevamo non sentire il parere del decano dei dirigenti sportivi, Gianni Di Battista.

Dopo i mesi estivi trascorsi con la speranza di una ripresa in pompa magna e in sicurezza dei campionati dilettantistici, ti aspettavi una nuova sospensione?

Mi aspettavo una nuova sospensione, anzi ne ero quasi sicuro. Era inevitabile un nuovo stop in considerazione dell’evolversi della situazione della pandemia.

Ci sono due fazioni contrapposte: chi critica la decisione della Federazione di sospendere l’attività e chi è favorevole. Tu in quale posizione ti collochi?

Sono favorevole alla sospensione dell’attività dei dilettanti, soprattutto per quanto riguarda le categorie inferiori come la seconda o la terza. La salute e la salvaguardia del lavoro e della famiglia devono avere sempre la priorità assoluta.

Non credi che la situazione poteva essere gestita meglio al vertice anche in considerazione del fatto che le società hanno speso tanti soldi per mettersi in regola e rispettare le prescrizioni anti Covid.

E’ vero che le società hanno investito dei soldi per mettersi in regola con le disposizioni anti Covid. La Federazione giustamente ha provato a far ripartire il calcio dilettantistico, anche dietro le pressioni delle società stesse. Ma ci si è dovuti arrendere di fronte all’evidenza della crescita incredibile dei contagi. A mio avviso questo era l’unico modo per gestire la situazione, non vedo alternative alla decisione delle istituzioni calcistiche di sospendere l’attività.

A tuo giudizio quando si potrà riprendere la stagione?

A mio avviso prima di marzo non ci sono le condizioni per una ripresa. Anche perché andiamo incontro ai mesi più freddi e in inverno i virus influenzali si sviluppano con maggiore facilità e intensità.

Ad esempio in Lombardia hanno stabilito le date per la ripresa dei campionati dilettantistici a febbraio e per la ripresa degli allenamenti a gennaio. Forse le società avrebbero bisogno di maggiore chiarezza.

Le date si possono stabilire senza problemi, magari illudendo le società sul fatto della chiarezza. Ma ci si deve sempre confrontare sempre con la realtà e, quindi, con l’andamento dei contagi e della situazione negli ospedali. Nessuno ha la sfera di cristallo e si tratta di previsioni che nessuno è in grado di fare. A mio avviso senza un netto miglioramento della situazione fissare date per la ripartenza equivale a dare i numeri al lotto.

A tuo giudizio quali misure andrebbero adottate per sostenere e salvare le società in questo momento delicato non solo dal punto di vista economico?

Sono indispensabili misure di sostegno economico sotto forma di contributi per almeno far fronte alle spese. Altre proposte non mi vengono in mente.

Qualcuno sostiene che il calcio senza pubblico non è calcio. Tu cosa pensi?

Ad alti livelli è strano vedere le partite senza spettatori. Per quanto riguarda le nostre categorie, non siamo abituati ad avere grande seguito. Le persone che vengono a vedere le partite sono importanti e gratificanti ma io preferirei poter giocare anche senza pubblico. Ora non è possibile in quanto dobbiamo giustamente adeguarci alle decisioni prese per tutelare la salute di tutti.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 20/11/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,04956 secondi