Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Mister PALMARINI: pronto per una nuova sfida

A cura di Luca Salini

Dante Palmarini trasuda entusiasmo e passione per il calcio da tutti i pori. E’ un Mister serio, preparato ma anche capace di amalgamare bene i giocatori a disposizione facendoli rendere al meglio delle loro potenzialità. Ha una gran voglia di tornare sul rettangolo di gioco e di guidare una nuova squadra, dopo l’esonero dello scorso campionato. Carico e motivato, vi proponiamo l’intervista che ci ha rilasciato.

Mister Palmarini, come ha vissuto questo periodo di chiusura totale e di fermo del calcio dilettantistico?

Negli ultimi tre mesi abbiamo vissuto una situazione veramente particolare. Fortunatamente in queste settimane qualcosa è cambiato e, piano piano, sembra stiamo tornando alla normalità. Dal punto di vista calcistico posso solo dire che mi è mancato tutto. Amo il calcio e mi piace vedere partite dalla terza categoria ai professionisti. I professionisti sono ripartiti, non vedo l'ora che ripartano anche i dilettanti.

Prima della pandemia lei è stato esonerato dal Paterno Tofo nonostante eravate al secondo posto. Un commento su questa esperienza?

Sicuramente l'esperienza al Paterno Tofo è stata positiva. L'anno scorso siamo arrivati terzi in un girone difficilissimo e quest'anno eravamo secondi. Non nascondo la mia delusione per l'esonero. È stato un fulmine a ciel sereno. Stavamo disputando un buon campionato ed eravamo perfettamente in linea con gli obiettivi prefissati a inizio stagione. Dopo la sosta di Natale abbiamo avuto un leggero calo, nonostante ciò eravamo primi in classifica a pari punti con il Corropoli, poi succede quello che non ti aspetti: in una partita assurda ci viene annullato un goal, prendiamo due traverse e sbagliamo due calci di rigore. Risultato finale: perdiamo 2 a 0. Dopo la partita vengo esonerato. È anche questo il calcio.

A suo giudizio come ripartirà il calcio dei dilettanti dopo la pandemia?

Ripartire dopo la pandemia sarà difficile per tutti, soprattutto per le categorie inferiori. Quasi tutte le realtà calcistiche provinciali sopravvivono grazie a dei piccoli sponsor che quest'anno, a causa della crisi economica post-covid 19, saranno sicuramente più difficili da ottenere.

E cosa pensa delle modifiche e delle agevolazioni introdotte dalla Federazione per sostenere le società e favorire la loro iscrizione?

Ritengo che la Federazione abbia avuto un arduo compito in quanto non è facile accontentare tutti in questa situazione. Sono contento che ci siano delle agevolazioni e spero che tutte le squadre possano iscriversi al prossimo campionato. In questo momento è importante ricominciare.

Mister, lei è pronto per sedere su una panchina per la stagione che sta per iniziare?

Sono più che pronto. Non ho mai perso gli stimoli e non vedo l'ora di tuffarmi in una nuova avventura.

Ha avuto dei contatti con qualche società?

Qualcuno ha mostrato interesse nei miei confronti. Ad ogni modo più che di contatti si è trattato di piacevoli chiacchierate.

Quali obiettivi e caratteristiche deve avere una società per trovare l’accordo con lei?

Vorrei iniziare la mia nuova avventura calcistica con una società che abbia un progetto serio. Ovviamente per progetto serio intendo che si abbiano delle idee chiare sul da farsi, non necessariamente che si punti alla vittoria del campionato ma ad obiettivi in linea con la squadra a disposizione.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 25/06/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05144 secondi