Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Intervista a Gianluca Muscarà, ex tecnico del Piano della Lente

A cura di Luca Salini

 

Mister Muscarà, l’emergenza Covid-19 ha comportato la sospensione definitiva di tutti i campionati dilettantistici. Condivide la decisione della Federazione?

Siamo di fronte ad una situazione nuova, diventa difficile accontentare tutti. Qualsiasi decisione si prenda, ci saranno malumori. A mio avviso, abolendo le retrocessioni si creerebbero meno problemi.

Il Piano della Lente, squadra di Promozione da lei allenata, all’ultima giornata disputata navigava a metà classifica in posizione tranquilla, a differenza del campionato passato in cui vi siete giocati la promozione fino all’ultimo. Cosa non ha funzionato durante la stagione 2019/2020?

Quest’anno abbiamo cambiato tanto, siamo ripartiti da zero, abbiamo fatto fatica a costruire la squadra nel periodo estivo. Infatti ad inizio campionato siamo partiti con difficoltà anche di amalgama del gruppo, prima dello stop eravamo in un momento positivo di sette partite. Se non erro siamo la sesta squadra che ha perso di meno.

A proposito, ha dei rimpianti per la passata stagione e per la mancata promozione in eccellenza?

Credo che fare 70 punti per una realtà come la nostra sia stato un qualcosa di straordinario e difficile da migliorare. Sicuramente un pò di rammarico c'è per non aver vinto, ma arrivare davanti a realtà storicamente importanti, senza avere neanche il fattore campo dalla nostra, penso rappresenti la conferma di una aver disputato una stagione oltre le nostre possibilità. Ad ogni modo abbiamo maturato gradualmente la consapevolezza di poter vincere per come è andata la stagione.

Mister, arriviamo al dunque. Vogliamo parlare del suo addio al Piano della Lente? Come ha maturato questa decisione?

Diciamo che dopo lo scorso campionato avevo già pensato di lasciare, appunto perché pensavo fosse difficile fare meglio. Inoltre, dopo quasi 3 anni penso sia giusto cambiare.

Un bilancio di questa avventura, comunque importante e ricca di soddisfazioni.

Sicuramente positivo, sono subentrato a metà novembre di 2 anni fa, abbiamo realizzato quasi 150 punti, quindi penso si tratti di un risultato straordinario.

Il ricordo più bello e la delusione più grande durante la sua esperienza con il Piano della Lente.

Il ricordo più bello: il rapporto che ho avuto con staff e giocatori rimarrà per sempre. La delusione più grande potrebbe essere la semifinale play off dello scorso anno con la Santegidiese, ma praticamente non l'abbiamo giocata. Quindi si tratta più di rammarico che di delusione.

Cosa si sente di dire alla società e ai tifosi?

Sicuramente ti permettono di lavorare in maniera tranquilla, umanamente mi sono trovato bene con loro.

Ha avuto dei contatti con qualche società per la prossima stagione?

Nessun contatto per il momento, trovare squadra non è mai facile, ci sono diverse situazioni che si devono creare. Vediamo.

Insomma, dove allenerà Mister Muscarà la prossima stagione?

Speriamo che dopo questo articolo riesco a trovare squadra, cosi poi ti contatto per fare un articolo nuovo sulla mia prossima destinazione!

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 06/06/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,10203 secondi