Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Champions League, il Napoli attende al varco Messi e il Barca

Nello stadio in cui Maradona diventò una sorta di semi-dio, sbarcherà a breve Leo Messi. Il riferimento è ad una partita speciale ed emozionante per i tifosi partenopei. Lo scontro agli ottavi di Champions League, infatti, metterà di fronte al Napoli il temibile Barcellona, guidato dal suo fenomeno argentino e da tanti altri giocatori in grado di cambiare volto agli incontri con una sola giocata. C’è grande attesa per capire quale sarà l’accoglienza dei tifosi partenopei nei confronti di Messi, nella prima occasione che scenderà sul campo del San Paolo.

Anche gli appassionati di scommesse si stanno preparando a studiare le quota della gara di andata al San Paolo: è chiaro che il Barcellona è favorito per il passaggio del turno con una quota di @2,15 su Betway , ma sul campo degli azzurri potrebbe anche cadere e non sarebbe di certo una sorpresa. In fondo, il Napoli aveva già dimostrato di poter stare al banchetto delle migliori 16 in campo europeo già da qualche anno. Solamente pochi mesi fa, nel girone eliminatorio, ha schiantato il Liverpool di Jurgen Klopp, detentore del trofeo.

Un pronostico che vede indubbiamente i blaugrana favoriti, ma nel calcio non si può dire mai, come sostiene anche Carlo Alvino, giornalista e tifoso degli azzurri, in un’intervista che è stata rilasciata a L’insider. Riconosce come le possibilità di andare avanti in Champions League, in effetti, sono poche, visto che il Barcellona è chiaramente favorito. Al tempo stesso, però, nulla vieta di poter sognare in grande, a maggior ragione se al San Paolo il Napoli dovesse riuscire a fare una grande partita. Anche Alvino sostiene come la gara di andata e l’approccio alla partita sarà fondamentale per tenere vive le speranze di qualificazione.

Sicuramente Gennaro Gattuso non mancherà di tenere sulla corda i suoi, infondendogli la sua grinta e determinazione: da parte di Alvino sono arrivate parole di stima, sottolineando come Gattuso resterà al Napoli non solo per questo aspetto, ma anche per via dell’applicazione a tratti maniacale che richiede ai suoi giocatori per quanto riguarda movimenti e sistemazioni sul campo.

Per Alvino il leader di questo Napoli non può che essere il giocatore italiano più talentuoso in questo periodo, ovvero Lorenzo Insigne, sottolineando anche come la partenza in estate a parametro zero di un altro big come Mertens non sia affatto scontata, ben sapendo quanto l’attaccante belga ami la città e questi colori.

Alvino ha voluto parlare anche di quello che è successo poco prima dell’esonero di Ancelotti, con l’ammutinamento di una parte dei componenti del gruppo, verso cui non le ha mandate a dire. Detto questo, il giornalista tifoso della squadra azzurra ha messo in evidenza come, invece, le colpe per una stagione decisamente in chiaroscuro e al di sotto delle previsioni iniziali, siano da imputare in parti uguali a tutti, dalla società fino allo staff tecnico, passando inevitabilmente anche per i giocatori.


Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 19/02/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,04297 secondi