Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Intervista al mister Gianluca D'ANGELO. A cura di Luca Salini

Attualmente è fermo ai box, ma Mister Gianluca D’Angelo, dopo la parentesi non positiva alla guida dell’Insula, non vede l’ora di iniziare una nuova avventura calcistica. Ascoltiamo, anzi leggiamo quanto dichiarato da Mister D’Angelo.

Mister D'Angelo, lei ha iniziato la stagione come allenatore dell'Insula. Poi cosa è successo? Vogliamo parlare di quest'avventura terminata in anticipo? 

La troppa voglia di calcio, la smisurata passione per questo sport mi hanno guidato in questa scelta. Ho accettato la proposta dell’Insula senza pensarci troppo. Avevo manifestato alla società la necessità di rinforzare la rosa, purtroppo alcune promesse non sono state mantenute  e da qui è maturata la decisione di separarci.

Un giudizio sul girone D di prima categoria? Sorprese e delusioni? 

La sorpresa sicuramente è il Castagneto, la delusione il Giulianova Annunziata.  A parte le prime della classe, è un campionato livellato nelle zone basse in cui l’equilibrio la fa da padrone.

Lei è stato un giocatore di buon livello. Le tappe più importanti della sua carriera? 

La mia carriera è stata soddisfacente e gratificante. Le squadre in cui ho giocato hanno rappresentato tutte tappe importanti:  dal Pontevomano al Montorio 88 in eccellenza, senza tralasciare Bellante e Canzano. Esperienze che mi hanno fatto maturare tantissimo sotto tutti i punti di vista.

Vuole spiegare i motivi per cui  ha lasciato il Pontevomano calcio? 

Penso che sia giusto che un allenatore segue un personale percorso di crescita, Ciò non toglie che  il Pontevomano rimarrà sempre nel mio cuore.

Secondo lei è più facile e piacevole giocare o allenare?

Sicuramente giocare è più piacevole per tanti motivi, un allenatore dev'essere bravo a ricoprire più ruoli, a subire pressioni e a gestire tutto l’ambiente. Un compito che non è affatto facile.

Torniamo al girone D di prima categoria. A suo avviso la favorita per la promozione diretta tra Alba Montaurei, Castagneto e Casoli? 

Credo che l'esperienza del Casoli sul campo alla fine pagherà e vedo la squadra di Mister Di Marzio favorita per il diretto salto di categoria.

Segue la Sim Pontevomano di Mister Isotti? 

Per passionee per bagaglio personale seguo tutti i campionati, dalla seconda categoria  all'eccellenza. Isotti è un ottimo allenatore e sta facendo bene, ma ha caratteristiche diverse dalle mie.

Mister ultima domanda: progetti per il futuro?

Sono pronto ad accettare una nuova sfida con un progetto serio e ambizioso, con l’obiettivo personale di continuare a migliorarmi.

Ringrazio la redazione di Teramo Dilettanti-Abruzzogol per l’opportunità e per il prezioso contributo per promuovere il calcio dilettantistico.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 11/02/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,05862 secondi