Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

1a D - Intervista al DS del TOSSICIA, Giorgio Di Giandomenico

A cura di Luca Salini

Un affare di famiglia e di cuore… Possiamo sintetizzare in questo modo il legame nato tra il Direttore Sportivo Giorgio Di Giandomenico e il Tossicia calcio. Leggendo l’intervista capirete il senso di questa affermazione.

Direttore Di Giandomenico, il Tossicia è reduce da una importante serie positiva. Cosa ha dato la scossa alla squadra? 

 C'è da dire che con l'avvento di Mister Ruscioli abbiamo ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi ed 1 sola sconfitta, per giunta immeritata, contro il Nepezzano. Noi siamo partiti con una settimana di ritardo, in fase di preparazione estiva, con appena 12 giocatori e solo agl'inizi di settembre abbiamo tesserato atleti importanti. Quindi direi che non c'è stata nessuna scossa ma i 17/22 nuovi giocatori si stanno iniziando ad amalgamare come gruppo. Sicuramente abbiamo preso l'allenatore giusto con un po’ di ritardo.

Sappiamo che la vicenda legata al lavori del campo ha creato malumori e dissapori all'interno della società. Vogliamo fare chiarezza. 

Purtroppo anche questo aspetto  ha influito negativamente in termini di risultati in quanto la nostra squadra, essendo dotata tecnicamente, è stata costruita per giocare sul sintetico.  L'amministrazione comunale ci aveva garantito che a ottobre avremmo avuto il campo a disposizione per utilizzarlo. Durante la presentazione della squadra il Sindaco disse che per dicembre i lavori sarebbero stati ultimati,  adesso i lavori partiranno solamente ad aprile/maggio. In fasi di colloqui ci è stato anche detto che la gestione del campo non verrà assegnata al Tossicia e che la stessa società deve pagare per poter usufruire di tale struttura. Mettere su una squadra a Tossicia costa diecimila  euro in più che a Teramo e, se dobbiamo anche pagare la struttura, non vale la pena fare calcio. Da qui sono nate le polemiche che tutti avete letto.

Vogliamo parlare delle operazioni di mercato portate a termine durante la finestra invernale? 

A dicembre abbiamo centrato, fortunatamente,  tutti gli obiettivi prefissati. Betti a centrocampo era ciò che ci mancava, Di Carlo è l'esterno più forte della prima, Di Giorgio garantisce  quei gol del reparto avanzato che arrancava. Avevamo preso anche Perozzi dal Fontanelle ma per alcuni problemi non è potuto più venire nonostante abbia firmato e, quindi, è un nostro tesserato

Ad inizio campionato quali erano i vostri obiettivi? 

Questo l’ho definito l’ anno zero visto che la squadra era retrocessa e sono rimasti solo 5 giocatori dello scorso anno. Con la rosa iniziale si poteva dare un'occhiata al quinto posto, purtroppo il Mister non ci credeva ed abbiamo perso punti per strada. Adesso siamo lì in classifica ma il gap con le prime tre e' sopra i 10 punti. Continuiamo il nostro cammino ed a maggio vedremo la posizione ed, eventualmente,  i punti di distacco.

Ora siete a ridosso del quinto posto. Il quinto posto è un traguardo alla vostra portata? 

Il quinto posto è a portata di mano e solo noi e il Casoli, di chi sta sopra in classifica, abbiamo già riposato.  Quindi con un occhio vediamo la quinta posizione  ma senza che ciò diventi  un'ossessione, ricordandoci sempre da dove siamo partiti il 28 agosto.

Mister Ruscioli ha preso il posto di Zenobi e la squadra ha inanellato risultati importanti. Ci sono rimpianti o scelte che a posteriori non rifarebbe? 

Devo essere onesto, mister Ruscioli era la prima scelta ad inizio stagione ma non siamo riusciti a sentirci telefonicamente ed abbiamo preso mister Zenobi. Se potessi tornare indietro andrei  sotto casa di Ruscioli a parlarci e non riprenderei Zenobi, al quale auguro comunque il meglio in campo sportivo e non.

A suo avviso la squadra favorita per la promozione diretta? E le squadre candidate a giocarsi i play off? 

Ribadisco che a mio avviso la favorita per vincere il campionato è il Casoli. Se le squadre in vetta  continueranno con questo passo ci sarà solamente la finalissima tra seconda e terza. Per il quarto e quinto posto, indipendentemente da play-off e non, vedo Castellalto, Torricella, la delusione del campionato Giulianova e Castrum. Non escluderei il Villa Lempa anche se ha un organico rimaneggiato.

Cosa vi ha spinto a intraprendere l'avventura sportiva a Tossicia? 

Quest'anno volevo stare fermo ed infatti avevo rifiutato alcune squadre che mi avevano contattato. Quando ho ricevuto la chiamata del Tossicia,  che rischiava di  non ripartire, non me la sono sentita di dire di no in quanto si tratta del paese dove è nato mio padre e dove io ho passato le mie domeniche ai tempi che si andava a pranzo dai nonni. 

Progetti per il futuro? Resterà a Tossicia anche la prossima stagione? 

Rispondo prima alla seconda e poi alla prima. Se ci dovesse essere la struttura affidata a noi, tramite regolare bando, allora potrei pensare di rimanere a Tossicia, altrimenti è dura fare calcio senza nessun aiuto. Qualora non dovessi rimanere non avrei problemi a scendere di categoria ma solo dietro ad un progetto serio. Vengo da due squadra riprese da zero e sinceramente non ho più voglia di lottare. Spero di rimanere a Tossicia e riportare la squadra in promozione. 
Vorrei ringraziare te e la redazione per l'intervista che mi avete voluto fare e auguro un buon girone di ritorno a tutti.

A cura di Luca Salini

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 05/02/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,08491 secondi