Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI     VIDEO

Intervista al presidente del Castilenti GIUSEPPE MAZZOCCA

A cura di Luca Salini

Il Castilenti calcio rappresenta una delle realtà calcistiche più importanti del nostro territorio e, in linea con il proprio blasone, sta disputando un campionato di altissimo livello nel girone pescarese di terza categoria. La vittoria di domenica scorsa contro la Dinamo calcio Pescara ha confermato e rafforzato le ambizioni della società castilentese guidata magistralmente dal Presidente Giuseppe Mazzocca.

 Presidente Mazzocca, innanzitutto complimenti per il primo posto in classifica a + 5 sulla seconda. State disputando un grandissimo campionato. 

In primis ti ringrazio per avermi dato la possibilità di parlare di questa piccola realtà calcistica che mi sta riservando delle belle soddisfazioni. Si può dire che l’impegno, la serietà e la professionalità con cui svolgo la mansione di Presidente/giocatore/capitano sta dando o suoi frutti, anche grazie a tutte le persone della società che sono al mio fianco. Ad oggi posso dire che i risultati parlano chiaro: abbiamo totalizzato 13 vittorie, 1 pareggio ed 1 sconfitta, distaccando la seconda in classifica di 5 punti. Si tratta di numeri da primato e sono orgoglioso di tutto questo.

Il Castilenti ha 40 punti e vanta il miglior attacco e la miglior difesa del campionato. Si aspettava questi risultati? 

Francamente ad inizio campionato avevamo pochi giocatori a disposizione e non mi sarei aspettato questi risultati, ma con il passare del tempo e con le prime vittorie iniziali si è creato il giusto entusiasmo. Grande merito va dato al mister Perazza Franco, bravo e convincente nel far tornare in campo diversi giocatori. I 40 punti sono risultato di un grosso lavoro sia da parte dello staff tecnico sia da parte della società, che mantiene il gruppo solido e coeso. I risultati sono eloquenti: abbiamo la miglior difesa con 11 goal subiti in 15 partite e il miglior attacco con 45 goal fatti, una media da 3 goal a partita.

Lo scorso anno avete fallito la promozione in seconda categoria proprio di un soffio. Quali erano i vostri obiettivi ad inizio di questo campionato? 

Il rammarico e la delusione dello scorso anno ci ha portato a ripartire con una marcia in più, con l’obiettivo di fare un campionato di vertice, consolidando per prima cosa il reparto societario con nuovi ingressi come quello del dott. Appicciutoli Graziano e del sig. Di Biase Goffredo; successivamente puntellando la squadra con nuovi giocatori come l’attaccante Lupoletti Italo, ex Atri, il centrocampista Centorame Andrea, ex Cellino, il difensore Modestini Enrico, ex Atri, il centrocampista De Sanctis Luciano, ex Elice, il difensore Del Rocino Enrico, ex Villa Bozza Montefino, il centrocampista Aielli Valerio, fermo ai box da anni, e l’esterno offensivo Scarponcini Nicola, ex Pianella.

Presidente durante il mercato invernale avete fatto operazioni in entrata e in uscita? 

Durante il mercato invernale abbiamo fatto operazioni solo in entrata, concedendoci il lusso di un attaccante di prestigio come Gigante Diego acquistato dal Farindola. Inoltre abbiamo ingaggiato l’attaccante Raggiunti Matteo dal Castiglione Val Fino, il difensore Di Simone Matteo sempre dal Castiglione Val Fino e, in ultimo, a darci una mano è arrivato anche il veterano Castilentese doc, ossia l’attaccante Zuccaro Tommaso, che si è messo a disposizione in caso di necessità.

A Castilenti si è ricreato grande entusiasmo attorno alla squadra. E' soddisfatto? 

Premetto che quando si vince e quando la gestione dirigenziale ed organizzativa è svolta professionalmente, tutti vogliono essere parteci e tutto sembra bello ed armonioso. Per essere soddisfatto del grande entusiasmo attorno alla squadra dovrei vedere come si reagisce di fronte alle sconfitte. Per ora non ho potuto constatarlo in quanto abbiamo perso una sola partita, quindi per il momento mi godo tutto il ben fatto, ritenendomi abbastanza soddisfatto anche per l’attaccamento che tifosi e simpatizzanti stanno dimostrando nei confronti della squadra.  

Fare calcio in un piccolo paese presenta difficoltà ancora maggiori. Quali sono le criticità più pressanti? 

Fare calcio in un piccolo paese come Castilenti è davvero difficoltoso sia per la mancanza di giocatori del posto sia per mantenere l’impianto sportivo in funzione. Tutto ciò ha risvolti economici abbastanza pesanti. Infatti 2/3 della squadra è formata da giocatori provenienti da paesi limitrofi, mentre solo 11 giocatori su 30 tesserati sono di Castilenti, Inoltre la manutenzione e i costi di gestione dell’impianto sportivo sono totalmente a carico nostro, compreso il custode. Il Comune di Castilenti riconosce a proprio carico solo il 50% delle spese delle utenze (luce, gas e acqua). Da questo si può dedurre quanto sia difficile sostenere economicamente tutte queste spese. Mi preme ringraziare gli sponsor che credono nel nostro progetto e ci danno una mano economica per portare avanti questa realtà calcistica creata da due anni.

Cosa si sente di dire al Mister e alla squadra per la seconda parte di stagione? 

Il mister Franco Perazza, persona dotata di umiltà unica, sta facendo un ottimo lavoro soffermandosi principalmente sulla mentalità di ogni singolo giocatore: si sta rivelando un ottimo psicologo. Inoltre ritengo che le sue capacità tecniche e tattiche siano di gran lunga superiori rispetto alla categoria di riferimento. Non a caso è stato soprannominato “Il mago”. Quindi mi sento di dire al mister di continuare così fino alla fine del campionato poiché anche il suo operato sta portando ottimi risultati.

Vogliamo parlare delle squadre della Vallata del Fino che militano nei vari campionati? 

Io voglio subito parlare dell’Arsita, che milita insieme alla Valle del Fino e al Bisenti nel campionato di seconda categoria teramana. L’Arsita è l’unica squadra in Vallata che da anni conta sempre e solo sulle proprie forze, su giocatori del posto e pochi di fuori. La società ha la capacità di puntare ogni anno sempre sullo stesso gruppo di ragazzi e questo crea forza e compattezza, componenti che fanno la differenza in queste categorie. Per quanto riguarda la Valle del Fino, posso dire che possiede tutte le carte in regola per fare un campionato di vertice in quanto ha a disposizione numerosi e validi giocatori di categoria, con la possibilità di contare anche sulla juniores. Quindi auspico per loro il salto di categoria. Per quanto riguarda il Bisenti purtroppo non sono ben informato del loro organico, ma in base ai risultati non sta andando male e occupa una posizione di alta classifica a soli 6 punti dalla zona play off. E’ un campionato competitivo in cui vedo tutte e tre le squadre della Vallata protagoniste. Auguro a tutte e tre le compagini di Vallata un campionato avvincente, sperando che il prossimo anno saremo anche noi nello stesso girone di campionato.

Ultima domanda: in futuro sarà ancora Presidente del Castilenti? 

Il mio futuro sarà sicuramente da Presidente ma non so se anche da giocatore, è tutto da valutare in quanto con la nascita di mio figlio Jacopo ho anche bisogno di essere più presente in famiglia. 

A cura di Luca Salini

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 22/01/2020
Tempo esecuzione pagina: 0,11076 secondi