Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     VIDEO

Mister PALMARINI guarda con entusiasmo al finale di stagione

Intervista a Dante Palmarini, allenatore del Paterno Tofo, a cura di Luca Salini

Come sostiene lo stesso Mister Palmarini, il Paterno Tofo rappresenta la vera sorpresa del campionato di seconda categoria girone D. La squadra guidata da Palmarini occupa la seconda posizione di classifica e si candida a recitare un ruolo da protagonista fino al termine della stagione ed anche oltre.

Mister Palmarini, il Paterno Tofo è secondo in classifica a 45 punti e sta disputando ottimo campionato. 

Innanzitutto mi preme ringraziare Teramo Dilettanti per il prezioso contributo che fornisce al fine di far conoscere il calcio dilettantistico. Venendo alla domanda, attualmente siamo secondi in classifica a sette giornate dalla fine del campionato. Ovviamente cercheremo fino alla fine di mantenere la posizione attuale ma siamo consapevoli del fatto che ci confrontiamo con squadre forti ed attrezzate.

Sei soddisfatto del campionato disputato finora dalla tua squadra? Quali erano i vostri obiettivi di iniziò stagione?

Sono molto soddisfatto del campionato che stiamo disputando sotto tutti i punti di vista. Sono stato contattato dal Paterno Tofo ad agosto e mi è stata offerta la possibilità di allenare la prima squadra. Non mi è stato imposto nessun obiettivo preciso ad inizio stagione, mi è stato solo chiesto di fare un buon campionato e di far ritrovare la giusta motivazione a tutta la squadra. Non dimentichiamo, infatti, che il Paterno Tofo ha disputato, negli ultimi anni, una finale ed una semifinale playoff.

Il Moro Paganica ormai sembra lanciatissimo verso la promozione diretta. Nella zona playoff regna grande equilibro. Davvero un campionato avvincente. 

Sicuramente è uno dei campionati più avvincenti degli ultimi anni: il livello è veramente alto. Il Moro Paganica ha un vantaggio importante nei nostri confronti. Però nel calcio mai dire mai. Per quanto riguarda la zona playoff c'è grande equilibrio e ci sarà una lotta serrata fino alla fine. E’ sufficiente perdere una partita per ritrovarsi da secondi a quinti in classifica. A mio avviso sarà bagarre fino all'ultima giornata.

Mister avete qualche rimpianto a livello di punti persi per strada? Potevate ottenere qualche punto in più ?

Abbiamo perso un po' di punti lungo il cammino. Ad esempio nel mese di novembre abbiamo perso con la Sannicolese e con il Casemolino, abbiamo pareggiato con il Colleatterrato ed abbiamo perso con il Forconia. L’unico rimpianto è quello di non aver saputo gestire la situazione e la posizione in classifica, che nessuno si aspettava ad inizio stagione. 

A suo avviso qual è la squadra più forte del girone e quale compagine vi ha messo più in difficoltà? 

Reputo il Moro Paganica la squadra più attrezzata del campionato. È una squadra che l'anno scorso ha ottenuto la salvezza in prima categoria e quest'anno milita in seconda. In più nel mercato di novembre ha acquistato tre o quattro giocatori dal campionato di promozione. Per quanto riguarda la squadra che ci ha messo più in difficoltà, nonostante la classifica possa dire altro, di sicuro è la Sim Pontevomano. Si tratta di una squadra che si trova a ridosso dei playout ma che grazie al suo ottimo allenatore Alessandro Isotti (allenatore di categorie superiori) riesce ad esprimere un gioco solitamente consono alle squadre in vetta alla classifica.

Durante il mercato invernale avete effettuato operazioni in entrata e in uscita? 

Nel mercato invernale non abbiamo effettuato nessuna operazione né in entrata né in uscita. Il gruppo è rimasto compatto e fortunatamente abbiamo recuperato un paio di giocatori che venivano da lunghi infortuni. Ecco quali sono stati i veri acquisti della squadra.

Mister la squadra rivelazione e le delusione del vostro girone secondo lei? 

La squadra rivelazione del nostro campionato, viste le aspettative iniziali, penso che sia proprio il Paterno Tofo. C'erano tantissime squadre che ad inizio stagione avevano dichiarato di voler vincere il campionato (ad esempio il LionsVilla, Il Cortino, il Moro, il Forconia ed il Barisciano). Nonostante tutto, grazie ad uno splendido gruppo, siamo li a lottare per le primissime posizioni.
Le delusioni invece sono Sim Pontevomano, che come ho detto in precedenza, gioca veramente bene (purtroppo però una rosa numericamente limitata ed una serie di infortuni ne hanno condizionato il campionato), ed il Gagarin che attualmente si trova in ultima posizione, pur non meritandola (forse ha pagato lo scotto di essere una neopromossa alla prima apparizione in seconda categoria).

E il giocatore che l’ha sorpresa maggiormente in positivo? 

Il giocatore che mi ha sorpreso di più è Sommese della Virtus Barisciano. È una prima punta dotata di un fisico importante che riesce con facilità sia a giocare spalle alla porta che puntando direttamente gli avversari palla al piede. Inoltre vorrei nominare anche il nostro numero 10 Matteo Olivieri, un giocatore che nasce attaccante, negli ultimi anni ha giocato da trequartista, e quest'anno addirittura si è spostato a centrocampo, in cabina di regia, riuscendo ad arrivare a 15 reti stagionali. Veramente un gran giocatore.

Alla luce della vittoria di domenica contro il Gagarin è fiducioso per il raggiungimento dell’obiettivo finale? 

Dopo la vittoria sofferta di domenica contro il Gagarin dobbiamo affrontare le ultime  sette partite come se fossero altrettante finali.  Stiamo nella zona playoff e, a questo punto della stagione, vogliamo rimanerci.

Cosa farà Mister Palmarini la prossima stagione? 

Per quanto riguarda la prossima stagione non so cosa farò. Spero di essere riconfermato dalla società; a Paterno Tofo mi  sono trovato veramente bene. Ho a disposizione un gruppo fantastico ed una dirigenza che, seppur nuova (quest'anno infatti sono cambiati il presidente ed alcuni ruoli dirigenziali), è sempre presente e ci mette quotidianamente tutto l'impegno possibile per cercare di non far mancare niente a tutta la squadra.
Inoltre sono molto grato al presidente Domenico Palazzese ed al direttore sportivo Domenico Torini perché mi hanno dato l'opportunità di allenare il Paterno Tofo. Non era semplice scegliere me come allenatore, sia perché sono molto giovane sia perché venivo da una retrocessione.

A cura di Luca Salini

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 13/03/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,06542 secondi