Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×

Accedi al Sito !

Usa le tue credenziali di accesso:
Non ricordi più la password?

Registrati

 Resta connesso

 

oppure

Accedi con Facebook

×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI COPPE     VIDEO

Secco comunicato di chiarimento dell'Asd SILVI Calcio

L'Asd Silvi Calcio, alla luce delle polemiche scaturite in questi giorni sulla ripartizione degli spazi  del campo sportivo sintetico tra le squadre richiedenti, ritiene necessario dover chiarire definitivamente la propria posizione e, soprattutto, anche a tutela della propria immagine, di rappresentare la realtà dei fatti depurata da considerazioni esterne, anche di ordine politico, che nulla hanno a che vedere con la nostra realtà sportiva.

E valga il vero, senza alcun timore di essere smentiti:

1) sin dall’ottobre 2017, il Silvi Calcio e la Asd Castrum, nella persona del Presidente Sig. Vito Partipilo e di altri dirigenti della stessa, avevano avviato delle concrete trattative per la fusione delle due realtà calcistiche, con il chiaro intento di creare un’unica Società Sportiva sul territorio, forte, organizzata e che potesse ambire a riportare la squadra rappresentativa della città nelle categorie superiori e soprattutto avesse come fine principale la creazione di un settore giovanile ben strutturato dove poter far crescere, divertire e formare i bambini ed i ragazzi di Silvi.

2) Ad aprile 2018, in virtù dell’ambizioso progetto avviato, veniva contattato anche il Presidente della Barberini Calcio, al quale veniva rappresentata la volontà di riformre il settore giovanile.

3)Le due realtà (Silvi-Castrum) , hanno avuto vari colloqui per cercare un professionista che potesse guidare il settore giovanile con competenza e professionalità, tra i quali, l’attuale responsabile del settore giovanile del Silvi Calcio Attilio Ridolfi, il quale, libero per cessazione dell’attività da parte del suo vecchio Club, si è subito mostrato molto entusiasta del progetto Silvi -Castrum, unitamente allo Staff di Istruttori ed allenatori che tanto bene avevano operato nell’altra realtà, mettendosi subito a disposizione.

4) Sempre nel mese di aprile 2018, in un successivo incontro, le due realtà calcistiche concordavano la MATRICOLA, il CODICE FISCALE, il NUOVO LOGO dello scudetto, lo STAFF TECNICO, i DIRIGENTI e la squadra ed, in vista delle imminenti elezioni comunali di Silvi che vedevano coinvolti personalmente alcuni dei protagonisti della nuova realtà, le parti decidevano di formalizzare il tutto alla conclusione delle stesse, allorquando tutti sarebbero stati più liberi.

5) A giugno 2018, si provvedeva a creare un direttivo di 5 persone (appartenenti ad entrambe le realtà) con il compito di definire e ultimare gli ultimi adempimenti amministrativi e fiscali con l’Agenzia delle Entrate e la Figc, come confermato in un successivo incontro tenutosi in data 23 giugno 2018.

6) Il 26 giugno 2018, i Presidenti delle due Società, come da accordi, si sarebbero dovuti recare all'Aquila, presso il Comitato Regionale della Figc, per depositare gli atti certificanti la Fusione tra le due realtà.

7) Tale atto finale non ha avuto luogo in quanto il Presidente della Asd Castrum sig. Vito Partipilo quella mattina decise di non presentarsi all’appuntamento e di non rispondere alle numerose chiamate del Presidente dell’ASD Silvi Calcio;

8) Solo successivamente il Sig. Partipilo decideva di informare gli interessati attraverso un mero messaggio con il quale comunicava di aver chiuso con il calcio, senz’altra spiegazione.

9) Il Silvi Calcio ha atteso invano spiegazioni da parte del sig. Vito Partipilo per tale scellerato gesto, capace di buttare all’aria un progetto percorso insieme sin dall’ottobre 2017 ed avvenuto proprio il giorno successivo l’esito delle elezioni comunali.

10) Il presidente del Silvi Calcio decideva, pertanto, di proseguire nello sviluppo del progetto iniziale, con il solo appoggio di quei soggetti, amanti della propria città che oggi formano l’ossatura della società, tenendo fede alla parola data a tutte quelle persone che, nel frattempo, avevano aderito al nuovo progetto del Silvi Calcio, programmando, inoltre, la fondazione di una seconda squadra che consentisse a tutti i ragazzi silvaroli di divertirsi giocando a calcio, nel mentre, il sig. Partipilo decideva di iscrivere al campionato di seconda categoria l’A.s.d. Castrum.

11) Il Presidente del Silvi Calcio aveva ben presente, come pareva esserlo il sig. Vito Partipilo, delle problematiche di convivenza di 2 settori giovanili nello stesso Comune, tant’è che più volte ha richiesto totale collaborazione alla Scuola Calcio Barberini con la quale ha insistito per la creazione di una scuola calcio e di un settore giovanile UNICO che sfogasse con la juniores e prima squadra, nel quale far confluire tutti i tecnici e dirigenti della stessa, ma con esito negativo in quando la stessa non poteva per statuto;

12) Nella prima riunione tenutasi in Comune per l’assegnazione degli spazi alle società che ne avevano fatto richiesta nei termini indicati nel Bando Comunale, al Silvi Calcio settore giovanile non era stato assegnato alcuno spazio perche’ da regolamento comunale, la Scuola Calcio Barberini aveva precedenza nell’assegnazione degli stessi. In tale occasione il Silvi Calcio richiese ai dirigenti della stessa Società di poter disporre di 6 delle 12 ore di cui quest’ultima disponeva, ricevendone una risposta negativa, la classica porta in faccia.

13) Scaduti i termini per la presentazione della richiesta di assegnazione degli impianti sportivi, la Scuola Calcio Barberini, per problematiche sue proprie, comunicava di aver cessato la propria attività.

14) I dirigenti della Barberini, dopo aver proposto il proprio pacchetto tecnici e ragazzi ad un’altra realtà limitrofa, che per rispetto del Silvi Calcio ha gentilmente declinato la proposta, decidevano di continuare nella propria attività proprio con l’ASD Castrum.

15) La problematica dell’assegnazione dei campi, va spiegata per bene e non strumentalizzata per altri fini. L’allora Barberini, con la propria matricola FIGC, aveva regolarmente presentato richiesta di assegnazione degli spazi, il tutto nei tempi previsti dal Bando Comunale. Il Silvi Calcio aveva fatto la medesima cosa sia per la prima squadra, per la juniores elite’ e sia per tutto il settore giovanile, nel mentre l’ASD Castrum, con la propria matricola, aveva richiesto esclusivamente 2 spazi, martedì e giovedì dalle ore 20 alle ore 22,00.

16) Ciò che viene omesso, è che la matricola Barberini, con la quale è stata presentata regolare richiesta, ha comunicato agli uffici comunali di non poter proseguire oltre con quella denominazione e quella matricola la propria attività. Pertanto, la domanda al tempo presentata dalla Barberini doveva intendersi caducata per inesistenza del soggetto richiedente, con tutte le conseguenze del caso, in  primis, l’assegnazione al Silvi Calcio degli spazi da questa regolarmente e legittimamente richiesti ed inizialmente assegnati alla sola Barberini. 

17) Pertanto, ad oggi, nel territorio di Silvi vi sono 2 realtà di settore giovanile, entrambe create per i giovani ed i bambini di Silvi, di cui, però, solo una  l’A.s.d. Silvi Calcio ha diritto all’utilizzazione dei campi, per aver presentato nei tempi e nei modi previsti dal Comune di Silvi la relativa richiesta.

18) Ciò nonostante e senza richiesta alcuna, il Presidente del Silvi Calcio, ha ritenuto di cedere 5 ore alla settimana alla neonata realtà che, si ripete, per regolamento comunale non ne avrebbe diritto, ed a farsi carico di ulteriori spese per cercare altre strutture private per poter svolgere tutte le attività nelle ore cedute.

La Silvi Calcio non ha mai acquisito il Verlengia o la sua scuola calcio, ha semplicemnte deciso di avvalersi delle prestazioni dei propri professionisti, come del resto ASD Castrum. a deciso di avvalersi delle prestazioni professionali dello staff. ex Barberini calcio.

La Silvi Calcio ha da sempre voluto dare vita ad un percorso di crescita autosostenibile, continuamente aperto alla collaborazione con tutte le forze del paese.

Invece di creare un unico polo con istruttori professionali della ex Barberini e dell’ex Verlengia, è stata creata una spaccatura, a discapito delle famiglie ma sopratutto dei nostri bambini.

Tutto questo, a nostro avviso, solo per un capriccio politico.

Il Presidente del Silvi Calcio è stato sempre aperto a qualsiasi dialogo, ma purtroppo è venuto a conoscenza dei fatti sempre e solo a giochi fatti, senza alcuna possibilità di accordo o collaborazione.

Da parte nostra crediamo di aver fatto il massimo nel rispetto di tutta la Comunità Silvarola che abbiamo sempre cercato di unire...mai di dividere.

La Silvi Calcio, ora non e' disposta a tollerare ulteriori falsità sulla società e sulle persone che la compongono.

Soprattutto non intende tollerare oltre le parole e le polemiche gratuite pubblicate sui social network.

Senza voler in alcun modo ledere la libertà di opinione, la società crede fermamente che i social network non debbano però trasformarsi in una 'zona franca', dove insulti e attacchi personali possano diventare la normalità.

Specie se a pronunciarli sono, come in questo caso, figure pubbliche che sarebbero tenute anche a  rappresentare la cittadinanza, ad essere di esempio per la stessa, e ad informare la stessa correttamente senza attaccare velatamente l'altrui operato. La società si riserva inoltre di agire per vie legali nelle sedi competenti sperando che casi come questi non si ripetano in futuro

In caso contrario sarà costretta a tutelarsi nelle sedi giudiziarie competenti.

Asd Silvi Calcio

Print Friendly and PDF
  Scritto da Redazione Abruzzo il 05/09/2018
Tempo esecuzione pagina: 1,54413 secondi